LE FIBRE ALIMENTARI

Negli ultimi anni si sono profondamente modificate le abitudini alimentari degli italiani: sono aumentati i consumi degli alimenti di origine animale a scapito di quelli di origine vegetale. Tutti gli organismi sanitari mondiali richiedono un maggior consumo di fibre. Sia gli studi epidemiologici, sia le sperimentazioni cliniche hanno accertato gli effetti positivi della fibra alimentare sul metabolismo glucidico e lipidico, per la prevenzione del tumore del colon, per la prevenzione e la terapia della stipsi, per le terapia delle diverticolosi, per l’obesità e per l’azione ipocolesterolemizzante. Non è facile definire la fibra alimentare in quanto essa è una miscela molto complessa di componenti diversi che solo in parte vengono degradati dagli enzimi dell’apparato digerente. La composizione della fibra dipende dal tipo di vegetale e, per uno stesso vegetale o frutto varia con l’età della pianta, con i tempi di maturazione e di raccolta e dipende dalle tecniche di conservazione, di trasformazione e di cottura.

quota-fibre-alimenti (2)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: